logo
 
filosofia
     

Da questa calle si possono ammirare fantastici scorci di Venezia:

le antiche mura dell’Arsenale, ricche di storia; l’infinità di taie (corde per stendere la biancheria) che tagliano la calle in tutta la sua larghezza dall’inizio alla fine; i pozzi di vecchia costruzione, quando a Venezia l'acqua piovana si raccolieva ancora così.

Nei caldi pomeriggi d'estate, inoltre, è ancora possibile vedere qualche anziano\a chiacchierare da una finestra all'altra.

Da qui si può ammirare tutto il bacino di S.Marco e si gode di un'ottima vista sull’isola di S.Giorgio, sull'isola della Giudecca e sull'ingresso del Canal Grande.

Questa riva inoltre rappresenta da sempre un romantico luogo di incontro nelle calde notti d’estate,

Dal 2010 ad abbellire questo luogo vi sarà il nuovo Parco della Dogaressa, facilmente raggiungibile dalla calle adiacente a Strani.

Camminando lungo Via Garibaldi si arriva all’entrata di quelli che oggi sono i Giardini della Biennale. Al loro ingresso, ad attendervi, troverete la statua di Garibaldi, a cui è stata nominata la Via, in precedenza chiamata Via Eugenia.

Gli attuali Giardini della Biennale sono frutto di una bonifica di età napoleonica su un'area precedentemente non urbanizzata.

Il locale è facilmente raggiungibile sia dai Giardini della Biennale
che dalle Corderie, seconda sede della Biennale.

A tutti gli appassionati
consigliamo di indossare comode calzature (la Biennale è fantastica me c’è tanto da camminare!!!)

Basilica di San Pietro di Castello, concattedrale di Venezia insieme alla Basilica di San Marco.

Antistante la Basilica, e facilmente raggiungibile dal nuovo ingresso della Biennale, non potrete non ammirare lo splendido Campo ed il maestoso Campanile che completano e abbelliscono la Basilica.

    tel: 0410991434